logo-fare-spazio-al-coraggio

COSA È LA CONVENTION DI SPAZIO SPADONI

Fare Spazio è la convention annuale di Spazio Spadoni.

È una settimana di momenti seminariali, incontri, gruppi di lavoro, attività culturali, letture, visite, situazioni informali. Il ricco programma prevede un susseguirsi di sessioni ogni giorno dalla mattina fino al momento serale dopo cena.

Si partecipa in presenza usufruendo della disponibilità e dell’ospitalità del bellissimo Convento di San Cerbone o attraverso le dirette on line e streaming. È possibile prendere parte all’intero programma o ad incontri specifici.

PERCHÉ “FARE SPAZIO”

Fare Spazio ha un doppio significato

  • creare uno spazio temporale privilegiato dove contribuire tutti, ognuno per quello che può, alla crescita e allo sviluppo degli obiettivi, degli strumenti e delle visioni di Spazio Spadoni
  • creare uno spazio anche personale ma in contesto comunitario dove rivedere e ripensare e strutturare il proprio impegno valoriale, il proprio senso di missione, di impegno civile e di servizio civico e sociale
L'EVENTO INIZIERÀ TRA
0
0
0
0
giorni
0
0
ore
0
0
min
0
0
sec

ISCRIVITI SUBITO ALLA CONVENTION

PARTECIPA IN PRESENZA
PARTECIPA ONLINE

PROGRAMMA DELLA CONVENTION

MERCOLEDÌ 07 SETTEMBRE

* relatore in remoto

GIOVEDÌ 08 SETTEMBRE

* relatore in remoto

VENERDÌ 09 SETTEMBRE

SABATO 10 SETTEMBRE

GIORNATA DEDICATA AI PROGETTI HIC SUM

DOMENICA 11 SETTEMBRE

* relatore in remoto

calendario in aggiornamento…

per info, aggiornamenti, iscrizioni e programma

CONTATTACI

I PROTAGONISTI

ROBERTO GIOVANNINI

roberto giovannini

PARTECIPERÀ

MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE

ROBERTO GIOVANNINI, lucchese, videomaker, documentarista e fotografo, è membro dell’Associazione Documentaristi Italiani (Doc.It.).

Suo padre Ottavio, fotografo professionista, è il suo primo e più importante maestro, mentre mamma Concetta, nonostante le ristrettezze economiche dell’epoca, lo appoggia incondizionatamente.

Ancora minorenne va a fare l’aiuto proiezionista in un cinematografo della città, ciò gli consente di vedere centinaia di film.

A 18 anni realizza il suo primo cortometraggio che si assicura il “Fotogramma d’Argento” al Festival Nazionale di Torino (oggi Torino Film-Festival).

Tra il 1964 e il 1966, frequenta il Centro Sperimentale di Cinematografia, seguendo i corsi di fotografia, regia e montaggio.

Per diversi anni insegna fotografia e tecnica cinematografica alla Scuola Media Sperimentale Leonardo da Vinci di Lucca.

Per le sue realizzazioni ha attraversato e praticato tutta l’evoluzione tecnica dell’immagine in movimento: dalla pellicola, alla registrazione videomagnetica, al digitale.

Dal 1982 la sua attenzione si è focalizzata sul documentario etnografico con un occhio di riguardo alle emergenze del sud del mondo, soprattutto Africa e America Latina. Realizza documentari e servizi fotografici in Sudan, Brasile, Usa, Giappone, Hong-Kong, Indonesia, Singapore, Tunisia, Repubblica Dominicana, Rwanda, Zaire, Kenya, Tanzania, Togo, Ghana, Benin, Burkina Faso, Nigeria, Camerun, Uganda, Mozambico, Ecuador, Bolivia, Guatemala, Messico, Honduras, Sudafrica.

I suoi committenti sono network televisivi nazionali ed esteri ma anche Associazioni, Onlus, Ong e Fondazioni che operano in ambito internazionale.

Dopo una breve collaborazione (1990-1994), dal 2013 ha di nuovo allacciato accordi con la RAI che ha acquisito i diritti di alcuni suoi documentari tra i più recenti.

Sino ad oggi ha realizzato circa 80 opere tra “corti” e “documentari”.

Nel 2008 circa 15.000 immagini fotografiche a colori inerenti popoli, costumi e tradizioni scattate durante i molteplici viaggi effettuati, vanno a creare un fondo presso l’Archivio Fotografico Lucchese che le rende disponibili in rete.

Canale YouTube

Canale Vimeo

VALENTINA ROTONDI

Valentina Rotondi

PARTECIPERÀ

MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE

Valentina Rotondi è una ricercatrice presso l’Università di Scienze Applicate della Svizzera Italiana e ricercatrice associata presso il Leverhulme Center for Demographic Science e il Nuffield College (Università di Oxford).

Ha un dottorato di ricerca in Economia presso l’università Cattolica di Milano.

Si definisce una scienziata sociale con una formazione in economia applicata ed econometria ed un focus di ricerca sullo sviluppo e sulle interazioni tra le popolazioni, sviluppo e cambiamento tecnologico.

Nella sua ricerca si avvale sia di tecniche econometriche che di metodologie sperimentali per affrontare le questioni importanti del mondo con uno spirito interdisciplinare.

Dal 2017 al 2019 è stata ricercatrice post-dottorato presso il Centro Dondena all’Università Bocconi, sotto la supervisione del Professor Francesco Billari.

Nei prossimi anni desidera studiare la fertilità, la migrazione e sviluppo socio-economico mediante esperimenti di laboratorio, sul campo e neuroeconomici.

È un Economista della “The Economy of Francesco”.

BARBARA SCHIAVULLI

PARTECIPERÀ

MERCOLEDÌ 7 SETTEMBRE

Barbara Schiavulli è una corrispondente di guerra e scrittrice.

Ha seguito i fronti caldi degli ultimi vent’anni, come Iraq e Afghanistan, Israele, Palestina, Pakistan, Yemen, Sudan.

Attualmente scrive per il settimanale L’Espresso e i quotidiani Il Fatto, il Messaggero, L’Eco di Bergamo, il Secolo XIX, La Stampa, National Geographic, Famiglia Cristiana, La Repubblica, D di Repubblica, Elle. I suoi articoli sono apparsi anche su Avvenire.

Ha collaborato con radio (Radio 24, Radio Rai, Radio Popolare, Radio Svizzera Italiana) e TV (RAI, RAI News 24, Sky TG24, LA7, TV Svizzera Italiana).

Vincitrice di numerosi premi tra cui il premio Luchetta, il premio Antonio Russo, Italian Women in The World, il premio Maria Grazia Cutuli, il premio nazionale Donna 2022 organizzato dalla Onlus Antonio Padovani.

Ha co-fondato e co-dirige la webradio Radio Bullets, una web radio che si occupa di Esteri e Cultura.

La sua base di partenza è Roma.

elenco relatori in aggiornamento…

DICONO DI NOI

Mons. Paolo Bizzeti

Io ritengo che nella società e chiesa italiane, così frammentate, litigiose, con prospettive di cortissimo respiro, una cosa intelligente è creare occasioni di incontro, approfondimento, discussione. Spazio Spadoni si colloca in questa feconda prospettiva anche per abbattere il muro di ignoranza che avvolge non poche persone e che impedisce scelte politiche ed ecclesiali valide. Gli slogans sono bravi tutti a pronunciarli, così come certi politici esibiscono madonne e santini per accalappiare gli ingenui. E’ necessaria una vigorosa azione di contrasto in modo che i saldi principi della nostra bella Costituzione e la ricchezza della nostra Chiesa millenaria possano ancora oggi illuminare il cammino e sostenere coloro che vogliono lavorare seriamente per il Paese e per la Chiesa, con particolare attenzione alla creazione che Dio ha consegnato nelle nostre mani e ai poveri con cui Egli stesso si identifica. Auguro che le vostre iniziative possano formare le coscienze di persone oneste e preparate, visto che spesso in questi anni siamo stati in balia di avventurieri dai mille volti. Buon lavoro

S.E.R. Mons. Paolo Bizzeti, Vicario Apostolico in Anatolia, Turchia
Antonietta Papa

Non ho partecipato ad una convention, ne ho però sentito e visto gli effetti.
Che dire, sicuramente un cuore pulsante, semplicemente coraggioso. Uno spazio, un respiro: bontà, semplicità, volontà di cambiare. Brandelli di umanità lacerata faranno spazio ad un guardaroba di novità: i nostri modelli gli Anawim di tutto il globo sfileranno con passi densi di sequela. Convention, ascolto, scambio, incontro, scontro, evoluzione, comprendere, ma soprattutto Esserci.

Suor Antonietta Papa, Superiora Generale Figlie di Maria Missionarie
Carlo Miglietta

Spazio Spadoni: luogo di Misericordia, Missione, Reciprocità, Coraggio!

Carlo Miglietta, Biblista
Agostino Rigon

Proposte di esperienze davvero ricche di contenuti che trovano forza e “prendono il volo” sulla grande ala del logo che a sua volta spazza via tutto ciò che indebolisce il coraggio. Il tema, particolarmente attento al tempo che stiamo globalmente vivendo, da’ respiro ampio e sostanzioso a chi si avvicina, con gioiosa e assetata umiltà, alle diversificate presentazioni che, con intelligenza evangelica, spalancano la mente e il cuore al Nuovo, al Bello, all’Atteso!

Agostino Rigon, Direttore Generale del Festival della Missione